Home > Comune > Esperienze Forti, i numeri dell’edizione 2017

Esperienze Forti, i numeri dell’edizione 2017

Esperienze Forti

Concluse ufficialmente le attività per l’edizione 2017 è tempo di bilanci per Esperienze Forti, iniziativa gestito dal Centro Studi Ce.I.S., il Centro Italiano di Solidarietà, e promosso dall’Assessorato alle politiche giovanili del Comune di Sovizzo.

Un progetto che rappresenta un’opportunità per i giovani di mettersi in gioco, mettere alla prova le proprie capacità e dedicare un po’ di tempo della pausa estiva a fare qualcosa per gli altri. Da metà giugno fino a metà settembre le ragazze e i ragazzi coinvolti si sono confrontati con diverse realtà di Sovizzo che si occupano di sociale o di cultura.

Dodici le realtà del territorio di Sovizzo che hanno dato la loro disponibilità a collaborare con il progetto, 4 in più dello scorso anno, accogliendo e coinvolgendo attivamente i ragazzi nelle proprie attività: CeIS Casa Betania, Centri diurni Primavera 85, Orto Primavera 85, Progetto Giulia, Caritas parrocchiale, Centri estivi Sovizzo camp, Centri estivi parrocchiali, Centri estivi scuola infanzia, Centri estivi circolo NOI, NOI spazio giovani, Pro loco Sovizzo, Centri estivi La Matita.

In crescita anche il numero dei giovani che hanno aderito all’iniziativa. Sono 32 infatti, 12 in più del 2016, i volenterosi ragazzi protagonisti delle attività di questa estate. Attività proposte che sono state 39, a testimonianza della gran voglia di darsi da fare per aiutare gli altri di questi giovanissimi sovizzesi (tutti di età compresa tra i 15 e i 18 anni).

Al termine delle loro esperienze 17 dei ragazzi sono stati intervistati telefonicamente per raccogliere testimonianze e valutazioni sul lavoro svolto. Grande soddisfazione emerge dalle parole dei ragazzi che, oltre a essere tutti disposti a ripetere l’esperienza, consiglierebbero vivamente ai loro coetanei di partecipare, come si evince dalle loro parole.

«Un’esperienza che ti insegna tante cose» sostiene uno degli intervistati. «Bellissima l’integrazione tra gli educatori e noi, anche perché ci hanno spiegato bene quello che dovevamo fare» gli fa eco un’altro dei ragazzi. E ancora «tornavo a casa stanchissimo ma felice», oppure «ho capito quanta attenzione serve verso i bimbi piccoli», e ancora «ho scoperto le grandi qualità dei ragazzi disabili, sono bellissime persone». Tutti sono comunque concordi sul fatto che «mi sento più ricco e conosco meglio la realtà che ho attorno».

Giovedì scorso i ragazzi che hanno partecipato a Esperienze Forti 2017 sono stati convocati presso l’Auditorium del Comune di Sovizzo, dove l’assessore Sara Ruffini ha consegnato loro gli attestati di partecipazione. Una testimonianza importante dell’impegno delle nuove generazioni di Sovizzo nei confronti di chi ha bisogno, con la speranza che il 2018 porti un ulteriore crescita del progetto.

You may also like
Natale, tempo di… Tennis!
Natale Alpino
Auguri di buon Natale Alpino!
Mercatini di Natale
Appuntamento con i Mercatini di Natale 2017
Domenica a teatro con Pirandello e il cortometraggio “Come una Rosa”

Leave a Reply